Le elezioni presidenziali americane. Un pericolo mondiale all’orizzonte

Riccardo Petrella

https://www.facebook.com/elezioniusa/

Non c’è solo la pandemia Covid-19. Dobbiamo pensare, ahimè, che il peggio, per il mondo, ha un’alta probabilità nei risultati delle elezioni presidenziali americane. Quattro anni fa, c’è stata una sorpresa generale perché nessuno conosceva Donald Trump. Oggi sappiamo che è un razzista bianco, un uomo violento, capace di commettere crimini contro l’umanità, tanto più perché è convinto di essere stato chiamato da Dio al “comando” dello Stato più potente del Pianeta. Si ritiene quindi legittimato a rafforzare il dominio mondiale degli Stati Uniti (“Greater America”) e, a tal fine, addirittura ad ignorare il verdetto delle urne in caso di voto contrario alla sua rielezione. Si appellerà alla Corte suprema degli Stati Uniti e all’esercito per ripristinare la “legalità”. Un’ipotesi che Trump ha menzionato.
Donald Trump ha dimostrato che sarebbe stato in grado di farlo. È un bugiardo, secondo l’indice pubblico di false notizie di cui è campione. Non ha alcun rispetto per le leggi del suo Paese e per qualsiasi regolamentazione internazionale che limiti la “libertà” degli Stati Uniti. Odia gli avversari. Disprezza i deboli e i miti. È volgare e aggressivo. Attacca regolarmente la Cina, la Russia…. In nome della cosiddetta “sicurezza degli americani”, tra l’altro, si è già comportato come un bandito (il caso del farmaco “remdesivir”). Gli altri abitanti della Terra non contano nulla. Lo stesso vale per i diritti della Natura. Egli è, al momento, il più pericoloso capo di stato per la vita del Pianeta.

Prepariamoci alla resistenza!

P.S. La situazione è particolarmente grave perché se Trump venisse rieletto, significherebbe che almeno la metà del popolo americano è razzista, conferma di amare le armi personali, la violenza, la legge del più forte, l’ingiustizia sociale, la menzogna pubblica, il dominio (America über alles), l’ignoranza del mondo…. Questo è molto per un solo popolo. È molto pericoloso.

Cipsi Onlus

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa oltre 40 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.

Un pensiero riguardo “Le elezioni presidenziali americane. Un pericolo mondiale all’orizzonte

I commenti sono chiusi