Due giornalisti ingiustamente imprigionati in Turchia: firma anche tu per liberarli!

Solidarietà e Cooperazione CIPSI condivide e sottoscrive la petizione per chiedere la scarcerazione di due giornalisti in Turchia. Anche la rivista Solidarietà internazionale ha firmato. L’iniziativa è stata lanciata questa mattina da Articolo 21, Fnsi, Rete No Bavaglio ed altre associazioni, sulla piattaforma Change.org.

La richiesta di liberazione dei due giornalisti vale anche per tutti coloro che da qualche anno a questa parte sono stati messi a tacere dalle autorità turche, ingiustamente rinchiusi in prigione. La Corte Suprema ha dichiarato incostituzionali le accuse che hanno causato l’incarcerazione dei due, ma il Tribunale penale di Istanbul, sostenuto dal governo, si è opposto alla posizione della Corte Suprema.

Hanno già firmato molte organizzazioni come Arci, Cild, Diritto e libertà, Sinoi e Pen International. Unisciti anche tu!

Firma qui: https://www.change.org/p/recep-tayyip-erdogan-free-mehmet-altan-e-%C5%9Fahin-alpay-and-all-journalist-wrongfully-imprisoned

Cipsi

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.

Un pensiero riguardo “Due giornalisti ingiustamente imprigionati in Turchia: firma anche tu per liberarli!

I commenti sono chiusi