Servizio civile ambientale, entro dicembre l’avviso del Dipartimento

di Francesco Spagnolo

L’annuncio arriva dalla ministra Dadone. Nei giorni scorsi sottoscritto insieme al ministero della transizione ecologica il primo programma quadro per avviare la sperimentazione. Il 15 dicembre la seconda Giornata nazionale del Servizio civile universale.

ROMA – Arriverà entro dicembre l’Avviso del Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio Civile Universale (SCU) per la presentazione dei primi programmi di intervento nell’ambito del cosiddetto servizio civile “ambientale”. L’annuncio arriva dalla Ministra per le politiche giovanili, on. Fabiana Dadone, dopo che nei giorni scorsi è stato sottoscritto insieme al Ministero della transizione ecologica il primo Programma quadro che guiderà l’avvio di questo nuovo servizio civile.

“La sperimentazione – spiega in una nota la ministra Dadone – è finalizzata a impiegare i giovani operatori in azioni e servizi volti all’attuazione delle azioni comprese nell’ambito delle Strategie nazionali, regionali e locali per lo sviluppo sostenibile, per raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda ONU 2030”. “Il Programma quadro – prosegue – si prefigge di aumentare il numero di operatori volontari da impiegare, anche a supporto degli enti territoriali e in collaborazione con le associazioni di tutela ambientale riconosciute ai sensi dell’articolo 13 della legge 8 luglio 1986, n. 349, in programmi d’intervento specifici e progetti dedicati alle tematiche della transizione ecologica”.

“Grazie alla collaborazione, già attivata dal Dipartimento fra gli enti di servizio civile e le associazioni di tutela ambientale, il Programma servirà, oltre ad avviare iniziative di tutela attiva dell’ambiente e di sviluppo sostenibile, anche a promuovere, attraverso i giovani operatori volontari, attività educative rivolte alla comunità o a particolari categorie di persone, con l’intento di curare la diffusione della cultura della sostenibilità ambientale e sociale sui temi della Green economy”, conclude la nota.

Questi temi saranno anche al centro del confronto previsto il 15 dicembre prossimo in occasione della 2a Giornata nazionale del Servizio Civile Universale, istituita un anno fa, l’11 dicembre 2020, per “attribuire un adeguato riconoscimento al meritevole impegno e dedizione di tutti i giovani che partecipano all’attuazione del Servizio Civile Universale”.

Questa seconda edizione, ma la prima in presenza a causa delle limitazioni dello scorso anno per via della pandemia, si svolgerà presso gli spazi del Parco del Gazometro a Roma, “nel rispetto delle misure di sicurezza previste per l’emergenza sanitaria da Covid19, con la partecipazione e soprattutto il protagonismo dei giovani volontari e degli enti, che avranno l’opportunità di dialogare con la Ministra Dadone su temi rilevanti per il futuro del Servizio Civile Universale”, spiega il Dipartimento.

L’incontro si attuerà secondo il modello del “world cafè” e in 7 aree di discussione comune che vedrà insieme ragazze e ragazzi, enti, amministrazioni e Dipartimento discutere di giovani e transizione ecologica, transizione digitale, sport, lotta alla pandemia, Europa, terzo settore e mercato del lavoro. Testimonial della giornata, che vedrà anche il collegamento con 7 iniziative locali realizzate in altrettante Regioni italiane, saranno l’olimpionico di nuoto Massimiliano Rosolino, l’ex ginnasta ucraina naturalizzata italiana e Cavaliere al Merito della Repubblica italiana Angelika Savrayuk e Eugenio Sapora, Country Manager per “Too Good To Go”, l’APP contro lo spreco alimentare.

Nell’area antistante alla Sala Eventi, verrà inoltre allestita una tensostruttura con stand dove gli enti di servizio civile potranno esporre i propri programmi e attività a favore dei giovani. “Saranno allestiti anche speaker corner dove giovani start upper, istituti coinvolti in progetti di alternanza scuola-lavoro ed altri enti impegnati nella promozione delle politiche giovanili potranno confrontarsi per uno scambio di buone pratiche.”, precisa nel Programma della giornata il Dipartimento. (FSp)

© Riproduzione riservata

Fonte: https://www.redattoresociale.it/article/notiziario/servizio_civile_ambientale_entro_dicembre_l_avviso_del_dipartimento

Cipsi Onlus

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa oltre 40 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.