Il centro ospedaliero di Bukasa ha un nuovo Padiglione, con il sostegno della Chiesa Valdese, in RDC

Di seguito, pubblichiamo un articolo e alcune foto dei lavori di un progetto riguardante un Centro ospedaliero a Bukasa, promosso dall’Associazione locale congolese “Action pour le Développement du Kasai” (ADK), aderente a Solidarietà e Cooperazione CIPSI. Il presente progetto è finanziato dall’8×1000 della Tavola Valdese: i lavori iniziati a gennaio 2020 si sono conclusi con pieno successo alla fine di settembre 2020.

Archivio ADK

Nella Repubblica Democratica del Congo (RDC), la situazione sanitaria continua ad essere caratterizzata da una morbosità ed una mortalità la cui intensità è peggiorata dalla povertà e dall’insicurezza alimentare in cui vive la maggioranza della popolazione. C’è da segnalare lo scarso accesso della gente alle cure sanitarie: la qualità della salute resta raramente garantita a causa della precarietà della situazione economica. Mancano sistemi di finanziamento solidale per potere coprire il costo delle cure. A questa situazione si possono aggiungere condizioni igieniche deficienti, un debole accesso all’acqua potabile ed un statuto nutrizionale precario. Tutto ciò favorisce malattie infettive come le diarree, la malaria, le infezioni respiratorie, la tubercolosi e l’AIDS. I tassi di mortalità nella RDC restano elevati e la speranza media di vita è di 45 anni.

In questo contesto la nostra Associazione locale “Action pour le Développement du Kasai” (ADK) ha costruito circa 20 anni fa nella città di Muene Ditu il Centro Ospedaliero di Bukasa, per assistere la popolazione locale povera con servizi sanitari di base e assistenza alla maternità. Questo centro medico è riconosciuto dallo Stato Congolese come struttura sanitaria locale dove lavorano 3 medici (1 generico, 1 ginecologa e 1 pediatra) e 7 infermieri, e accudisce circa 50 persone al giorno. Presso il centro vengono ricoverate 2400 persone l’anno per malattie quali malaria, infezioni, febbre, vermi intestinali o semplici interventi chirurgici.

La struttura esistente è composta da 3 padiglioni di cui 1 non ancora completato (blocco operatorio, ostetricia, ambulatori e uffici) oltre a 1 per i ricoveri dei maschi e 1 per il ricovero delle femmine, visite e accoglienza delle donne partorienti.

I beneficiari della struttura sono abitanti del quartiere Bukasa – in particolare donne in gravidanza, neonati e bambini che rappresentano la maggioranza della popolazione – e degli 8 villaggi vicini che usufruiscono delle cure su una popolazione globale di 15.000 abitanti.

Era urgente completare i lavori del padiglione in costruzione. Perciò ci siamo rivolti al nostro partner CIPSI, per presentare un progetto alla Chiesa Valdese, che fortunatamente ci ha concesso un finanziamento di 20.000€ per la sua realizzazione.

I lavori sono iniziati a gennaio 2020 e si sono conclusi con pieno successo alla fine di settembre 2020.

Archivio ADK

Nella prima fase dei lavori è stato fatto l’intonaco interno ed esterno su tutto l’edificio e provveduto all’acquisto e montaggio di 15 finestre e 6 porte di metallo, e 50 vetri per la protezione esterna di tutto l’edificio. È stato poi fatto un solido pavimento dentro e intorno a tutto il padiglione.

Nella seconda fase sono stati ultimati i lavori di intonaco e pavimento. 9 porte di legno sono state acquistate e fissate all’interno della struttura.

Archivio ADK

La terza e ultima fase è stata finalizzata all’acquisto e la stesura delle piastrelle, alla verniciatura di tutti i locali e al completamento del montaggio delle porte.

Archivio ADK
Archivio ADK

Durante tutto il periodo dei lavori la comunità locale è stata coinvolta nei lavori di completamento del padiglione e in attività accessorie al mantenimento e sostentamento dell’ospedale, creando le basi per una local ownership finalizzata alla responsabilizzazione dei cittadini. Il Centro gode anche del supporto delle istituzioni del villaggio e del capo quartiere che, per sostenerne le attività, ha garantito il coinvolgimento della popolazione nella coltivazione di alcuni terreni messi a disposizione del villaggio. Il raccolto sarà poi venduto e il ricavato devoluto al centro medico per coprire parte delle spese di gestione.

Attualmente i lavori sono completamente finiti e il padiglione può accogliere le diverse attività previste nei nostri obiettivi. È un immenso contributo al miglioramento della situazione igienico-sanitaria della popolazione della provincia di Lomami.

Esprimiamo tutta la nostra gratitudine all’8 per mille della Chiesa Valdese per il sostegno finanziario che ha reso possibile la realizzazione di questo progetto al beneficio della popolazione di Bukasa e dei villaggi limitrofi.

Un distinto ringraziamento anche al nostro partner CIPSI (che ci ha fatto da capofila) per il prezioso aiuto nella progettazione e la gestione di questo progetto. Siamo molto contenti del rafforzamento della nostra amicizia e collaborazione nell’ambito della solidarietà internazionale.

Padre Filicien Ilunga – Presidente dell’ADK

Le altre foto dei lavori

Archivio ADK
Archivio ADK
Archivio ADK
Archivio ADK
Archivio ADK
Archivio ADK
Archivio ADK
Archivio ADK
Archivio ADK

Cipsi Onlus

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa oltre 40 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.

Un pensiero riguardo “Il centro ospedaliero di Bukasa ha un nuovo Padiglione, con il sostegno della Chiesa Valdese, in RDC

I commenti sono chiusi