mercoledì, Giugno 12, 2024
Attività varie

Un fondo per invertire il degrado ambientale in Africa e Asia

Fonte: info cooperazione- la community italiana della cooperazione internazionale

REDAA è un programma di ricerca-azione per invertire il degrado ambientale in Africa e in Asia che mira a catalizzare la ricerca, l’innovazione e l’azione guidate a livello locale per aiutare le persone e la natura a prosperare insieme. REDAA ha aperto una call per ricevere proposte progettuali per affrontare positivamente l’azione per la natura e il clima, l’uguaglianza di genere e l’inclusione sociale concentrandosi su una o più delle priorità tematiche seguenti in Africa subsahariana e nell’Asia meridionale e nel sud-est asiatico:

1. Ricerca locale e capacità di ricerca
Generazione di prove guidate a livello locale, comprese le conoscenze locali e tradizionali, e sviluppo di capacità di ricerca locale, reti di ricerca locali

2. Valutazioni sull’uso delle risorse e del territorio
Valutazioni partecipative integrate multi-obiettivo delle risorse naturali e dell’uso del suolo

3. Modelli di business
Sviluppo da parte di organizzazioni non profit e comunitarie, e co-sviluppo con partner aziendali, di modelli di business produttivi basati su beni e servizi ecosistemici che siano sostenibili, equi e resilienti ai cambiamenti climatici.

4. Meccanismi di finanziamento
Istituzione di meccanismi di finanziamento e flussi di finanziamento per iniziative guidate a livello locale

5. Sistemi di governance inclusivi
Miglioramenti da parte di iniziative guidate a livello locale della sicurezza dei diritti di possesso e delle risorse delle popolazioni indigene e delle comunità locali

Le proposte prescelte saranno supportate con le risorse messe a disposizioni dal governo britannico (Foreign, Commonwealth & Development Office – FCDO). Si tratta di grant di media entità comprese tra 230.000 e 560.000 euro per iniziative dalla ricerca all’azione della durata da due a quattro anni. A seguito di questo primo bando si prevede di finanziare fino a 21 progetti attraverso un processo di proposta in due fasi: Concept Notes e proposte complete.
Oltre a leggere il documento Guidance for Candidants, i richiedenti devono fare riferimento alla Strategia REDAA per informazioni sulla logica, gli obiettivi, l’approccio, le azioni principali e lo sviluppo del programma. I candidati devono dimostrare in che modo le loro iniziative affrontano positivamente l’azione integrata per la natura e il clima, l’uguaglianza di genere e l’inclusione sociale.

Le Concept Notes devono nominare un’organizzazione capofila. Questa sarà l’organizzazione che stipulerà un accordo con il programma REDAA e riceverà il grant, se la proposta avrà successo, e sarà in ultima analisi responsabile della consegna e della gestione del progetto, compresa la gestione di eventuali partner.

Le organizzazioni capofila con sede in una delle tre regioni focus (Africa subsahariana, Asia meridionale o Sud-est asiatico) avranno la priorità per il finanziamento. Una minoranza di progetti con organizzazioni capofila con sede al di fuori della regione o del paese di riferimento può essere presa in considerazione per il finanziamento se le proposte dimostrano forti partenariati con organizzazioni guidate a livello locale.

Le organizzazioni capofila devono essere senza scopo di lucro, possono essere organizzazioni non governative, istituti di ricerca o organizzazioni comunitarie legalmente registrate nei paesi in cui operano.
Devono dimostrare esperienza nel tipo di lavoro che si propone di intraprendere e personale dotato della capacità e delle competenze tecniche e capacità finanziarie adeguate per gestire e implementare i progetti con successo e fornire relazioni tecniche e finanziarie.
In fase di Concept Note, vengono richiesti gli ultimi tre bilanci certificati dell’organizzazione principale, la spesa annua prevista per il progetto proposto non deve superare il 25% di questo fatturato/reddito medio annuo.

L’organizzazione capofila può collaborare con una o più altre organizzazioni, compresa la formazione di un consorzio, ove applicabile. Nei progetti in cui sono coinvolte organizzazioni partner, il progetto dovrebbe essere co-progettato con i partner. Le agenzie governative e le agenzie intergovernative e delle Nazioni Unite possono essere partner e sono incoraggiate a partecipare, ma non saranno idonee a ricevere finanziamenti dal programma REDAA.

La scadenza per la presentazione dei concept note è fissata per il 31 luglio 2023.

Ufficio stampa

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa oltre 40 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.