mercoledì, Giugno 19, 2024
Reti al Cuboservizio civile

Concluso l’evento “La pace, i giovani e il Servizio Civile Universale” a Perugia

Con grande coinvolgimento e partecipazione si è svolta nel weekend dal 19 al 21 maggio 2023 l’evento “La pace, i giovani e il servizio civile universale: trasformiamo il futuro”, nell’ambito del progetto “Reti al Cubo”. Organizzato dalle organizzazioni CIPSI, MOVI e CeVI, nell’ambito della marcia Perugia- Assisi, il “cantiere” ha visto la partecipazione di studenti, famiglie, giovani volontari e operatori del servizio civile universale. Il 21 maggio hanno marciato migliaia di studenti appartenenti a scuole ed università provenienti da tutta Italia, avvolti nelle bandiere della pace, ma anche i rappresentati del sindacato Cigl e delle associazioni Agesci e Cngei. La marcia, arrivata alla sua ventisettesima edizione, era finalizzata alla promozione dei principi di pace e non violenza, che, nel periodo storico che stiamo vivendo, sono importanti da diffondere nelle nuove generazioni. I giovani, coloro su cui le classi dirigenti dovrebbero investire e credere di più. “I giovani non sono il nostro futuro, sono il nostro presente per affrontare i problemi come la pace, il cambiamento climatico e l’alluvione. È importante educare alla pace a partire dalle scuole”, ha affermato Flavio Lotti, coordinatore della marcia della pace.

Invocando a gran voce lo stop all’invio di armi, la promozione della pace e della cooperazione internazionale, più di 10000 persone, hanno camminato per 24 chilometri, chiedendo alle istituzioni nazionali ed internazionali, un cessate il fuoco e l’apertura di un dialogo diplomatico. Diplomazia, considerata l’unica arma per poter costruire e portare avanti la pace, prima che l’escalation militare abbia degli effetti irreversibili.

Pace, diplomazia, incontro, farsi ascoltare per costruire un futuro migliore, sono alcune delle parole, dei valori e dei principi che hanno accomunato l’esperienza di tantissimi partecipanti alla marcia della pace. Nonostante la stanchezza e le difficoltà incontrate nel tragitto percorso, i partecipanti sono stati accolti all’arrivo a Perugia da un sole splendente e dal calore dei tanti partecipanti e della popolazione che si è radunata in prossimità della Rocca d’Assisi.

L’evento è stato seguito dalle maggiori testate giornalistiche nazionali come la Repubblica, Il Fatto Quotidiano e Il Corriere della Sera, ma anche dalle maggiori reti televisive, in particolare la RAI, le quali hanno raccolto le testimonianze ed i pensieri a caldo dei partecipanti alla marcia.

Iniziativa realizzata nell’ambito del progetto “Reti al Cubo” con il finanziamento concesso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a valere sul Fondo per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel Terzo Settore ai sensi dell’art. 72 del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117.

Ufficio stampa

Solidarietà e Cooperazione CIPSI è un coordinamento nazionale, nato nel 1985, che associa oltre 40 organizzazioni non governative di sviluppo (ONGs) ed associazioni che operano nel settore della solidarietà e della cooperazione internazionale. Solidarietà e Cooperazione CIPSI è nato con la finalità di coordinare e promuovere, in totale indipendenza da qualsiasi schieramento politico e confessionale, Campagne nazionali di sensibilizzazione, iniziative di solidarietà e progetti basati su un approccio di partenariato. opera come strumento di coordinamento politico culturale e progettuale, con l’obiettivo di promuovere una nuova cultura della solidarietà.